• La Storia
  • Frutticoltura
  • Pioppicoltura
  • Viticoltura
  • Saba Acetificata
  • Prodotti della casa
  • Percorsi naturalistici
  • Fattoria didattica
  • Come arrivare
  • Sezione dedicata all'agriturismo S.Ignazio

    Agriturismo Le Pradine

    Sezione dedicata all'agriturismo S.Ignazio

    accedi all'area informativa del centro ippico

    Centro Ippico Le Pradine

    accedi all'area informativa del centro ippico

    Come nascono Le Pradine di Anna e Francesco Soncini Sessa.

    130 anni di storia della tenuta, dalle origini ad oggi. Una storia che ci ha aiutato a capire profondamente un territorio e a realizzare il progetto dell'Oasi Naturale Le Pradine.  

    L’Azienda Agricola Le Pradine nasce nel 1992, prende il nome da un antico mappale dell'ottocento che significa 'prati', ed è costituita dal corpo centrale della Tenuta Sessa. Le sue attività agricole principali erano: la zootecnia, con circa 300 animali di razza Frisona e Jersey, per produzione di latte di Alta Qualità; la vitivinicoltura, realizzata nel territorio centrale dell'Azienda dove il fiume Reno nel 1731 ruppe gli argini, lasciando su questi terreni la sua ricchezza di sabbia e di limo; la frutticoltura con un impianto di 12 ha di noci californiane destinate alla produzione del frutto; l’ arborea, con investimento di 50 ha di superficie a pioppo per la produzione di cellulosa. L'Azienda ha sempre conservato e tutelato l'ambiente, attraverso l'adesione al Regolamento Comunitario 2078, ora Reg. CE 1257, con la riduzione dell'impiego di prodotti chimici, privilegiando l'impiego di prodotti organici ottenuti dall'allevamento zootecnico.

    Sono trascorsi più di 130 anni da quando il bisnonno Carlo Sessa acquistò questa Azienda. Un arco di tempo notevole, soprattutto ricco di volti, nomi, fatti, stagioni che ha creato una storia importante, oggi parte integrante dell'agricoltura ferrarese.
    E' la storia del paesaggio, modificatosi nel tempo con l'estendersi del paese di Mirabello e di opportunità agricole diverse.

    E' la storia della sociologia rurale, di famiglie un tempo mezzadrili che si sono trasmesse le consegne delle coltivazioni.

    E' la storia dei fabbricati e dei patrimoni rurali, dai nomi singolari come Cabianca, Lungagnola, Barchessa, S. Ignazio, S. Rodolfo, Casona , Magazzino e Muzzarella, presenti tuttora in Azienda ma già esistenti dagli inizi dell'ottocento e abitati da famiglie coloniche, che rispecchiano culturalmente le caratteristiche di edilizia agricola di quel tempo.

    E' la storia delle attività imprenditoriali, dalle colture dei cereali a quelle bieticole, dall'attività zootecnica e vitivinicola alla bachicoltura, con relativa filanda, e all'allevamento di pollame ovaiolo.

    La passione e l'imprenditorialità del bisnonno Carlo, e del nonno Luigi, che ha creato un raro esempio di conservazione dell'ambiente tipico della campagna dell'Alto Ferrarese, mi ha talmente coinvolto che, nel 1979 ho deciso di lasciare Milano per occuparmi, insieme a mia moglie Anna a tempo pieno dell'Azienda. Una scelta di vita che ci ha aiutato a capire e ad amare profondamente un territorio e a realizzare il progetto dell'Oasi Naturale Le Pradine.